fbpx

Metti da parte le “scuse”. Fai il salto!

Io non voglio contraddirti, non mi permetterei mai.
Non conosco la tua storia, la tua vita, non ho camminato nelle tue scarpe.
Ma conosco la mia, e quella di tante donne che come me, un giorno hanno deciso di cambiare. Di fare un salto e passare dall'altra parte.

Dove?

Dall'altra parte delle scuse, degli alibi, dei muri che ti costruisci.

Vogliamo affrontare l'argomento?

Il tempo è la scusa più gettonata.

NON HO TEMPO

L'ho detto mille volte ed è la cosa che sento ripetere più spesso fino a quando non decidi che vuoi fare qualcosa per te e magicamente le giornate sembrano diventare più lunghe, improvvisamente tiri fuori un'ora dal tuo quotidiano super organizzato, e riesci a dedicarti del tempo.
Perché lo vuoi, perché lo hai deciso e lo vuoi fortemente.

MA CON I BAMBINI COME FACCIO?

Posso capire quanto i figli assorbano energie, spazio e tempo, e posso capire che il profondo amore che nutri per loro ti porta a mettere le loro esigenze davanti a tutto.

Loro sono la priorità ma credimi, conta anche la qualità del tempo che gli dedichi.

Sei stanca, stressata e triste… cosa puoi trasmettere ai tuoi figli?

Riverserai su di loro tutta la tua frustrazione.

Prenditi un'ora per te, e non sarà tempo sottratto ai tuoi figli ma qualità di vita che gli donerai. Avranno una mamma più serena e piena di energie, Appagata e rilassata.

LAVORO TUTTO IL GIORNO!

Tutti siamo convinti di fare il lavoro più pesante che esista e con gli orari peggiori.

Indubbiamente il lavoro ci logora, ci ingloba, ci assorbe tempo ed energie. Molto spesso è anche il nostro atteggiamento verso di esso che ce lo fa mal sopportare.
Non ti sto dicendo che il lavoro non sia stressante, faticoso, impegnativo, ti sto dicendo di cambiare la prospettiva, il punto di vista.
Il lavoro è necessario e fondamentale alla nostra sussistenza, ma non è e non può essere la nostra vita, il nostro mondo.
Devi avere la forza e il coraggio di costruirti spazi personali nei quali tuffarti e ricaricarti, nei quali esisti tu, le tue necessità, sogni e desideri.

Potrei continuare ma mi fermo qui, tanto le tue scuse le conosci...
Non voglio sembrarti scortese, non voglio darti l'idea di non comprendere o sottovalutare le tue oggettive difficoltà.

Ma se ti assecondassi… che beneficio trarresti dalla mia compassione?

Io voglio farti del bene, non per presunzione, ti giuro che è una caratteristica che non mi appartiene, ma per esperienza e solidarietà.
E' proprio perché conosco i meccanismi mentali che attui per difenderti che ti chiedo di gettare la spugna.

Smettila di mentirti e fai quel salto.

Passa al di qua della paura, quella paura che ti blocca.
Che ti fa credere che dedicarti del tempo vuol dire toglierlo ai tuoi figli.
Che ti fa credere che il senso del dovere è fondamentale per vivere.
Che ti fa credere che modificare l'organizzazione della tua giornata sia impossibile ormai.

Passa al di qua della paura che ti fa stagnare, e scendere sempre più in basso.

Mi dispiace ma io ti ascolto quando parli e sento sempre solo scuse e discolpe. Mi dispiace ma io non ti credo più e non ti compatisco più, non ti giustifico più.

Se vuoi però posso darti la mano per saltare insieme.

Fermati un attimo, rifletti
Vuoi continuare così?
Vuoi diventare vecchia così?

Sei una, sei unica, stupenda e preziosa!

Posso darti la mano e saltare con te!

Vali molto più di quanto pensi.

Sei molto più di quanto credi.

Ti do la mano e salto con te

FIDATI, CREDICI, CONTATTACI oggi stesso per fissare una prima consulenza ed un primo allenamento gratuito e senza impegno. CLICCA QUI

I commenti sono chiusi

Loading...