fbpx

Perché allenarsi in gruppo.

Per la prima volta nella mia vita questa estate ho trascorso le vacanze in montagna.
Paesaggi che non avevo mai visto, colori incredibili, emozioni diverse ad ogni angolo scoperto.

La montagna mi ha stupito, sorpreso. Ma mi ha anche messo a dura prova. Mi sono ritrovata ad affrontare paure che in città non mi toccano.
Soprattutto una... IL VUOTO!

L'altezza non mi fa paura, ma il vuoto mi terrorizza. Non sentirmi dentro qualcosa mi agita
terribilmente.

La montagna è bella dall'alto e per salire hai solo alcune possibilità. Puoi camminare, semplice attività che spesso diventa una prova atletica non indifferente, per poter godere di spettacoli paesaggistici che a valle non ci sono.

Puoi prendere una cabinovia, tutto sommato c'è un piccolo abitacolo che racchiude e dà
sicurezza. Prendere la seggiovia. Ecco… in genere è il mezzo di locomozione che ti porta più inalto. Quello che ti permette di raggiungere posti incredibili nei quali potresti arrivare
camminando ma con uno sforzo esagerato e tempi lunghi.

MA IO HO IL TERRORE DELLA SEGGIOVIA!
ESSERE SOSPESA NEL VUOTO SEDUTA SU UNA SEDIA!
NO... NON CE LA POSSO FARE!
SOLO AL PENSIERO LE MIE MANI INIZIANO A SUDARE E LA GOLA MI SI SECCA!

In albergo abbiamo conosciuto Franca e Mirko, è stata subito simpatia, subito empatia.
L'albergo ha organizzato una polentata in una baita un giorno, in un posto dove si arriva solo in seggiovia.

Spieghiamo a Franca e Mirko che non saremmo andati perché io non prendo la seggiovia.
Si dispiacciono, ma non mi fanno sentire a disagio. Non mi sono sentita in difficoltà a manifestare una mia paura, un mio limite.

Però sinceramente mi dispiaceva molto per Cristian, limitare lui mi faceva sentire veramente in difficoltà.

Ma l'alternativa alla seggiovia era una camminata infinita tutta in salita...
Poi alla fine il miracolo... ehehee... i gestori dell'albergo salgono in macchina e hanno posto anche per noi. Per me una gioia. Noi saliamo in macchina e Franca e Mirko in seggiovia.

Pranzo stupendo in baita, con canti e risate, tanta allegria e tanta euforia e...
A un certo punto Cristian, Franca e Mirko... mi fanno una proposta... SCENDIAMO IN SEGGIOVIA TUTTI INSIEME... così la provi, provi a superare la paura!
Non so cosa sia scattato in me ma, quei due ragazzi che avevo appena conosciuto, senza farmi minimamente sentire a disagio, insieme a Cristian mi stavano aiutando ad andare oltre.

Ho spiegato a tutti che non potevo essere padrona delle mie reazioni, cosa mi sarebbe successo la sopra, sospesa nel vuoto?

Ma loro insistevano affabilmente... pronti a starmi vicino e alla fine ho accettato!
Sono scesa in seggiovia. Mi sono seduta tra Cristian e Franca e stritolavo le loro mani.

La seggiovia parte. Avevo gli occhi chiusi e sentivo il cuore battere in petto, in gola.

Ad un tratto li ho aperti ERO IN ALTO CON IL VUOTO INTORNO!
MA NON ERO SOLA ED ERA BELLISSIMO QUELLO CHE VEDEVO.
DA NESSUN’ALTRA ANGOLAZIONE AVREI AVUTA UNA VISTA SIMILE.
SE NON AVESSI PRESO LA SEGGIOVIA MI SAREI PRECLUSA UNO SPETTALO INCREDIBILE.
NON ERO SOLA.

Il mio compagno e questi nuovi amici mi sostenevano. Non mi hanno mai fatto sentire ridicola, sciocca o fuori posto, hanno rispettato le mie paure e miei limiti. Ma soprattutto mi hanno aiutato a superarli. Senza forzarmi, con gentilezza e rispetto.

NON ERO SOLA
Ringrazio Cristian per avermi supportato.
Ringrazio Franca e Mirko per avermi dato modo di capire che ci si può aprire e si mostrare la propria vulnerabilità anche con persone che si conoscono da poco.
Ringrazio Cristian, Franca e Mirko per essere stati GRUPPO insieme a me, l’unione fa la forza!

Voi direte: ma cosa c'entra tutto questo con DROP?

C'entra! Perché DROP crede nei gruppi e per questo propone allenamenti con più persone efficaci e divertenti.

Insieme si possono percorrere strade impervie e darsi forza, infondere coraggio ai compagni ed essere sostenuti da essi, supportare ed essere supportato quando la fatica si fa sentire.
In GRUPPO puoi cadere e non essere solo.
In GRUPPO puoi lavorare duramente ma alleggerire la fatica con una risata è un po' di
allegria. 
Ma è fondamentale essere pronti a dare e a ricevere

Fare esperienza di GRUPPO
Fare esperienza di VITA

Vieni a provare un allenamento di gruppo, sarà un'esperienza bellissima!

RICHIEDI UNA PROVA GRATUITA

 

Articolo di Donatella.

 

I commenti sono chiusi

Loading...